In un articolo apparso sul Corriere della Sera nel gennaio del 2010, lo scrittore Raffaele La Capria, voce di riguardo della letteratura italiana del ‘900, sostiene: “la verità si deve cercare e si può discutere, l’evidenza non si cerca e non si dovrebbe discutere, perché si vede”. Proprio così, l’evidenza, signor Sindaco Bonfanti, non si discute. È lì sotto gli occhi di tutti, tangibile, palpabile, concreta; come il disavanzo di 20.413.857,52 di euro nel bilancio consuntivo che la sua maggioranza in Consiglio comunale ha votato il primo aprile ultimo scorso. Un debito catapultato sulle spalle dei netini che dovrà essere ripianato non oltre i prossimi quindici anni, e che si aggiunge al mutuo di 22.555.835,14 euro recentemente concessole dalla Cassa depositi e prestiti. Una passività, giusto per diritto di cronaca, venuta fuori grazie al lavoro del #CollegiodeiRevisorideiConti perché lei, sindaco, era forse distratto e non si era accorto dell’errore. Tanto che, nel febbraio scorso, ha dovuto correggere i conti con una delibera di Giunta approntata ad hoc. Una seduta, quella del Consiglio comunale in questione, che non ci ha risparmiato il consueto appuntamento con la “macchietta napoletana”. Già, a quale altro filone si potrebbe collegare la sua dichiarazione: “Sono pronto a confrontarmi pubblicamente con tutti i candidati a sindaco alle prossime elezioni amministrative sulla situazione economico finanziaria dell’ente”? Perché lei sindaco, dopo avere ignorato appelli, inviti, consigli rivoltale per anni dall’opposizione, vorrebbe confrontarsi adesso che il suo mandato volge al termine. Adesso il confronto lei lo farà certamente con la #CortedeiConti, verosimilmente con altri organi che osiamo solo immaginare, e certamente non con noi. Su una cosa da lei dichiarata nel corso del consiglio tuttavia ci troviamo d’accordo: “Chi vuole amministrare una città deve avere quel bagaglio di conoscenze tecniche senza cui è evidente che diventa impossibile programmare e realizzare il programma elettorale”. Un dubbio però: siamo sicuri, davvero sicuri, che per lei si è trattato di carenza di “bagaglio”? Vabbè, ognuno avrà la sua idea. #Noto #Noto2021 #CorradoFigura #Bilancio

Inviaci i tuoi suggerimenti per rendere  migliore la nostra città ed il nostro territorio!

    CORRADO

    FIGURA

    Comitato Elettorale

    Corso Vittorio Emanuele , n.49 –  Noto

    © CorradoFigura 2020

    not possible to copy!